Loading...

DON’T TOUCH, PLEASE


Per migliorare la qualità dei rapporti con noi stessi e con le persone che amiamo, il dialogo è importantissimo: purché sia chiaro, sincero, non contraddittorio, e privo di richieste impossibili. Lo dimostra, attraverso un paradosso, quest’opera: una tela bianca con dei pallini bianchi in rilievo, che sembrano disposti a caso.Ad un primo sguardo, ed anche ad un secondo, quest’opera appare incomprensibile: come tutta l’arte contemporanea, quando non se ne conosce il codice. Ma chi conosce il Braille, può scoprire che su questa tela c’è quella richiesta gentile che accompagna spesso le opere esposte: “Don’t touch, Please” Non toccare, per piacere.È però un invito a cui è impossibile aderire: per sapere che c’è scritto “non toccare”, bisogna infatti aver già toccato. Chi riceve una comunicazione di questo tipo avverte un profondo disagio, si sente privato della possibilità di scegliere. Ciò risulta frustrante e irritante, e si riflette negativamente sulle relazioni. Sia con noi stessi, che con le persone che amiamo, dobbiamo assolutamente evitare ogni tipo di richiesta impossibile.

DON'T TOUCH PLEASE



Seleziona la lingua

Français
Français
   English
English
   Italiano
Italiano